Idee in gioco tra scuola e natura

mediatore: Tiziana Squeri
5350

visitatori

2

incontri

0

commenti

1

tavoli

CONDIVIDI

Descrizione percorso Descrizione percorso

IDEE IN GIOCO TRA SCUOLA E NATURA

 

Percorso di progettazione partecipata del nuovo polo scolastico di Impruneta

 

DI COSA SI TRATTA?

 

L’oggetto del percorso partecipativo è la progettazione del nuovo polo scolastico di Impruneta capoluogo, che ospiterà Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado, in sostituzione di quelle attualmente esistenti in via Roma (Infanzia), via Garibaldi (Primaria) e piazza Accursio da Bagnolo (Secondaria). Il nuovo plesso sorgerà all’interno del Parco Urbano dei “Sassi Neri”, circa 6 ettari di proprietà comunale.

 

Obiettivo generale di “Idee in gioco tra scuola e natura” è favorire l’integrazione fra scuola e territorio e promuovere la partecipazione come forma ordinaria di governo. Questa iniziativa costituisce la prima esperienza strutturata per il territorio di Impruneta che con questo percorso vuole sperimentare tecniche, strumenti e modelli da riproporre per la realizzazione di altri interventi e coinvolgere le giovani generazioni, in modo che possano anch’essi vivere un'esperienza da cittadini, autonomi e partecipanti.

 

A COSA SERVE ?

 

  • Approfondire le esigenze e i bisogni dei soggetti che “abiteranno” la nuova struttura: alunni, insegnanti, genitori, personale scolastico, operatori.

  • Educare le giovani generazioni alla cittadinanza attiva, favorendo le loro capacità progettuali e decisionali e valorizzando la loro creatività diffusa.

  • Sollecitare nella comunità il senso di responsabilità e di appartenenza nei confronti degli spazi e delle opere pubbliche.

 

 

CHE RISULTATI ?

 

  • Forte correlazione fra progetto architettonico e progetto didattico.

  • Soluzioni progettuali innovative dal punto di vista didattico e pedagogico, coerenti con le esigenze di tutti coloro che “abitano” la scuola.

  • Miglioramento delle strutture scolastiche e, di conseguenza, dell’offerta formativa locale.

IL CONTESTO

 

Il nuovo plesso rappresenta per l’Amministrazione comunale, il progetto del mandato di legislatura: si tratta di un importante investimento per una piccola comunità e ciò richiede di attivare forme e strumenti di massima condivisione e coinvolgimento dei cittadini, grandi e piccoli.

La sua realizzazione avverrà per lotti, in modo da affrontare l’impegno economico sotto il profilo della fattibilità e della sostenibilità finanziaria.

Il processo partecipativo accompagnerà la progettazione di un primo stralcio del polo scolastico (scuola dell'Infanzia e Scuola Primaria) e il ridisegno e la riorganizzazione del parco urbano dei Sassi Neri.

 

 

I TEMI DI LAVORO

 

Le indicazioni e i suggerimenti raccolti vengono elaborati in sinergia con i progettisti (professionisti esterni all'Amministrazione comunale), che sono direttamente coinvolti nel percorso partecipativo. In particolare ci si discuteranno i seguenti temi:

  • accessibilità e mobilità sostenibile;

  • parco, spazi esterni e verde didattico;

  • ciclo di vita dei bambini (andare a scuola, imparare, mangiare, uscire, giocare, ecc.)

  • aspetti didattici e pedagogici di ambienti interni, arredi e finiture.

 

 

DETTAGLIO DELLE FASI

 

FASE 1) CONDIVISIONE DEL PERCORSO - Novembre2014 - Gennaio 2015

Condivisione degli obiettivi del progetto e delle informazioni con portatori di interesse e gruppi organizzati.

Rafforzamento ed ampliamento dell’inclusività del Gruppo Operativo Progetto Scuole.

Programmazione delle attività con docenti e referenti dell’Istituto scolastico.

Costituzione del Tavolo di Garanzia (costituito da attori/portatori di interesse e da soggetti che "vivono" e lavorano nella scuola).

 

FASE 2) COINVOLGIMENTO E RECLUTAMENTO – Dicembre 2014 - Gennaio 2015

Sollecitazione delle realtà sociali del territorio.

Pubblicizzazione, interventi informativi, reclutamento dei partecipanti.

Momento pubblico di presentazione del progetto e sopralluogo nell'area della nuova scuola .

 

FASE 3) PROGETTAZIONE PARTECIPATA CON GLI ADULTI – Febbraio - Marzo 2015

Raccolta di idee da sviluppare e tradurre nel progetto tramite momenti partecipativi con associazioni, genitori, insegnanti e personale scolastico.

Laboratorio di discussione sulle prime soluzioni progettuali e raccolta pareri.

Recepimento osservazioni e adeguamento progetto insieme al gruppo tenico con redazione del "progetto condiviso adulti".

 

FASE 4) LABORATORI DI PROGETTAZIONE CON I BAMBINI – Gennaio - Marzo 2015

Attività laboratoriali con bambini e ragazzi in orario scolastico e/o extrascolastico.

Confronto con i bambini sulle prime soluzioni progettuali e su eventuali modifiche.

Recepimento osservazioni e adeguamento progetto insieme al gruppo tenico con redazione del "progetto condiviso bambini".

 

FASE 5) CHIUSURA DEL PERCORSO – maggio 2015

Presentazione pubblica del "progetto condiviso finale" alla cittadinanza e della risposta dell’Amministrazione a quanto emerso dal percorso partecipativo.

Visite al cantiere (se già aperto).

CONDIVIDI

Tavolo di Garanzia

COS’È IL TAVOLO DI GARANZIA?

COSA FA?

CHI NE FA PARTE?

QUALI ATTIVITA' SVOLGE?

 

Approfondimenti

COS’È IL TAVOLO DI GARANZIA

Il Tavolo di Garanzia è un gruppo formato, su adesione volontaria, dai delegati dei soggetti organizzati che svolgono un ruolo attivo nella comunità, con funzione di garanzia, controllo e vigilanza sul corretto svolgimento del percorso partecipativo e sulla neutralità ed imparzialità del mediatore.

Il Tavolo rimane attivo per tutta la durata del percorso partecipativo e definisce il proprio regolamento di funzionamento in accordo con il mediatore.

 

COSA FA IL TAVOLO

Si confronta in maniera diretta con il mediatore del percorso per fare in modo che siano garantite:

  • la piena parità di espressione di tutti i punti di vista;
  • l'eguaglianza nell'accesso ai luoghi e ai momenti di dibattito;
  • la neutralità e l'imparzialità della gestione del processo partecipativo;
  • la massima diffusione delle informazioni necessarie ad ottenere la più ampia partecipazione.

Durante il percorso, su convocazione del mediatore, si riunisce almeno 3 volte.

 

COMPOSIZIONE DEL TAVOLO

Stefano Bellacci – PD di Impruneta

Franco Casini – Associaz. Sassi Neri

Iacopo Corsi – Consiglio d’Istituto

Nicola Curradi – Associaz. Sportive

Marianne Kronholm – Genitori Secondaria di Impruneta

Benedetta Masi - Comitato dei Genitori

Carmelo Meli – Il Coraggio di Cambiare

Silvia Mensi - Genitori Primaria di Tavarnuzze

Miria Ottonelli – Istituto Comprensivo “Primo Levi”

Paolo Pinzauti – Genitori Primaria Impruneta

Sara Pratesi – Genitori Infanzia di Impruneta

 

ATTIVITA' DEL TAVOLO

1° INCONTRO

Dopo aver stabilito il proprio regolamento di funzionamento, insieme al mediatore verifica nel dettaglio le modalità di coinvolgimento dei partecipanti.

Report incontro 1 del 9 febbraio

 

 

2° INCONTRO

Dopo i primi tre momenti partecipativi destinati ai soggetti adulti, il mediatore sottopone al Tavolo le soluzioni progettuali redatte dai progettisti, per verificare se e in che misura siano state recepite le proposte formulate dai partecipanti.

Report incontro 2 del 17 marzo

 

3° INCONTRO

Al termine del laboratorio progettuale con gli adulti e dei laboratori con i bambini, il Tavolo verifica se e in che misura siano state recepite nel progetto finale le indicazioni uscite dai laboratori.

I contenuti testuali e multimediali di questa sezione del sito sono sotto la cura e la totale responsabilità del soggetto gestore del processo partecipativo.
Per le policy d'uso della piattaforma, consultare la pagina: open.toscana.it/privacy