Partecipiamo alla variante del piano strutturale di Forte dei Marmi

mediatore: Angela Giudiceandrea
Partecipa
3256

visitatori

7

incontri

0

commenti

0

tavoli

CONDIVIDI

Descrizione percorso Descrizione percorso

OGGETTO

Il progetto si propone di dare un contributo all’elaborazione del Piano Strutturale di Forte dei Marmi, uno strumento di pianificazione dove vengono definite le scelte strategiche per il territorio nel medio e lungo termine.

Il P. S. comprende: il Piano Operativo (PO) ed il Regolamento Urbanistico ed Edilizio (RUE). Mira a tutelare le risorse, il paesaggio, l’identità culturale attraverso scelte sostenibili per il benessere economico e sociale dei Cittadini.  

Obiettivi specifici del progetto sono:

  • fare crescere la partecipazione e promuovere attività sostenibili;
  • analizzare lo Stato dell’Ambiente: Suolo, Acqua, Aria, Aree Verdi, Rifiuti, inquinamento
  • individuare gli elementi che hanno  valore per la “Comunità”;
  • raccogliere i contributi condivisi  per concorrere alla stesura del P.S.;
  • disegnare la mappa di “Comunità” del Comune di Forte dei Marmi;

Le Fasi principali sono:

Fase iniziale. Verrà costituito un Gruppo di Progetto che definirà il piano di lavoro. Sarà pianificato il calendario degli eventi (incontri di quartiere, 1 / 2 passeggiate partecipative, 2 incontri partecipativi). Si aderirà al portale OPEN TOSCANA e si pubblicherà una pagina facebook dedicata. Inoltre durante questa fase sarà raccolta la documentazione inerente al Piano Strutturale da elaborare  in forme che ne favoriscano la divulgazione. Si elaborerà  il Piano di Comunicazione.

Fase di  Preparazione del processo partecipato.

Saranno realizzati gli incontri nei quartieri e le passeggiate partecipative. Iniziative utili a redigere la mappa di Comunità per evidenziare quali sono le caratteristiche del territorio in cui i Cittadini di Forte dei Marmi si riconoscono e che desiderano trasmettere alle nuove generazioni. Si costituirà il Comitato di Garanzia costituito da 3 Cittadini e 2 rappresentanti del consiglio Comunale (uno dimaggioranza ed uno di minoranza). I Cittadini saranno estratti dalle liste dei  Residenti fornita dal Comune. Il Comitato di Garanzia collaborerà con il Gruppo di Progetto per favorire lo svolgimento del percorso partecipativo

Fase di Realizzazione degli Incontri Partecipativi. I dati e le informazioni raccolte, riassunti in schede informative, insieme alla mappa di “Comunità”, costituiranno la base conoscitiva da analizzare negli incontri partecipativi per elaborare il documento da presentare all’Amministrazione. Si procederà alla nomina del Comitato di Monitoraggio per estrazione dalle candidature pervenute durante il processo partecipativo. Il Comitato di Monitoraggio seguirà l'iter del l'approvazione della Variante del Piano Strutturale dopo la chiusura del progetto per riferirne, in itinere, gli esiti.

Metodologia
Per realizzare le finalità e gli obiettivi di progetto nello svolgimento delle fasi di lavoro si porrà cura:

  • alla divulgazione dei documenti
  • alla promozione di una visione sostenibile e di sistema del territorio in cui si vive
  • alla pubblicizzazione del processo partecipativo
  • alla valorizzazione dell’ascolto e del dialogo

La divulgazione dei documenti  seguirà obiettivi e target previsti nel Piano di Comunicazione. Particolare attenzione sarà dedicata alla creazione e gestione dei contenuti. Altrettanta cura si dedicherà alla semplicità del linguaggio, ad una sintesi chiara dei contenuti, alla gestione della loro diffusione attraverso i diversi canali d’informazione elencati nella fase di comunicazione, all’elaborazione del calendario, allo sviluppo delle diverse fasi ecc...

La promozione di una visione sostenibile e di sistema sarà sviluppata  mediante:

  • l’impostazione dei documenti da diffondere
  • l’organizzazione degli incontri nei quartieri, la/le Passeggita/e partecipativa/e,
  • la stesura della Mappa di comunità
  • l’adozione della matrice di analisi SWOT per la ponderazione delle osservazioni da presentare all’Amministrazione.

 

Ciò permetterà di approfondire le conoscenze del proprio Territorio rilevando le relazioni che esistono a livello locale e come queste interagiscono su un area molto più vasta secondo il principio del “pensare globale per agire locale”

 

La publicizzazione del processo informativo sarà realizzata oltre che con normali di comunicazione anche attraverso gli eventi previsti dal progetto e che precederanno i 2 incontri partecipativi per l’elaborazione delle osservazioni.

  • Gli incontri nei quartieri  verranno organizzati per divulgare i contenuti del Piano strutturale e promuovere una riflessione su come si percepisce, e quali valori si attribuiscono al proprio territorio, alle sue memorie, alle sue trasformazioni, alla sua realtà attuale e a come si vorrebbe che fosse in futuro.
  • La o le Passeggiate Partecipative avranno la finalità di focalizzare ulteriormente quest’ultimo aspetto allo scopo di armonizzare quanto emerso dagli incontri nei quartieri per la costruzione di una visione d’insieme per la stesura finale della mappa di Comunità che verrà diffusa insieme a tutto il materiale prodotto. 
  • La mappa di Comunità costituirà insieme all’analisi Swot la base su cui elaborare le osservazioni da presentare all’Amministrazione.

Gli incontri e la/le Passeggiate Partecipate, i due incontri partecipati avranno anche lo scopo di  valorizzare e promuovere l’ascolto ed il dialogo.

Negli Incontri partecipati per favorire il confronto ed il dialogo si adotterà la tecnica del World Cafè. Questa tecnica, che consiste nel ricreare il clima ospitale di un caffè, aiuterà a creare l’atmosfera ideale per una riflessione collettiva sui documenti presentati e la stesura delle osservazioni che sarà ulteriormente agevolata dall’utilizzo di una matrice di analisi SWOT. Ciò consentirà una valutazione ponderata del lavoro da presentare all’Amministrazione.

Tutti gli eventi fino a qui elencati saranno  supportati nel loro svolgimento dall’azione di facilitatori per stimolare l’ascolto attivo ed  una  interazione costruttiva.

L’ascolto sarà realizzato anche attraverso: l’attivazione dei siti.

Tutta la comunicazione scritta verrà elaborata a più livelli di lettura e di approfondimento ed il linguaggio utilizzato sarà, per quanto possibile, semplice e diretto.

Il materiale raccolto ed elaborato durante il processo partecipativo sarà pubblicato su OPEN TOSCANA, e periodicamente pubblicizzato attraverso la newsletter, gli organi di stampa e la rete - formata dagli enti, dai cittadini e dagli operatori del Territorio - che si andrà costituendo durante il percorso.

Inoltre si curerà che i metodi e le tecniche alla base di tutto il progetto siano caratterizzati dalla massima chiarezza e trasparenza e che informazioni sul progetto e sul suo sviluppo siano fornite anche dopo la conclusione del processo partecipativo per farne conoscere gli sviluppi.

Gli incontri nei quartieri, la/le passeggiate partecipative serviranno ad ampliare l’ascolto e a raccogliere contributi di chi vive sul Territorio, a favorire l’espressione dei diversi punti di vista, a fare emergere i saperi e le esperienze diffuse del Territorio.  Per favorire l’accesso al dibattito particolare cura verrà riservata alla scelta dei luoghi e degli orari.  A tale fine altrettanta attenzione  si farà sullo sviluppo degli incontri con la definizione di obiettivi comuni,  una organizzazione puntuale dei tempi, l’utilizzo di domande mirate e la presenza di facilitatori che garantiranno a tutti la possibilità di esprimersi e medieranno tra posizioni diverse per giungere a soluzioni condivise e inclusive.

Favorire l’inclusività dei diversi soggetti presenti sul territorio sarà anche l’obiettivo del Piano di Comunicazione con l’uso dei mezzi già citati e la  costruzione di una rete di relazione attiva.

Un lavoro su più livelli,  che coordinerà il Gruppo di Progetto ed il Comitato di Garanzia per promuovere nel progetto: la parità di genere, il coinvolgimento di soggetti deboli e di soggetti non organizzati in associazioni e/o gruppi

I partecipanti
Insieme ai Cittadini (residenti e turisti) si intende coinvolgere esponenti degli enti e delle attività produttive, del mondo del sociale, con particolare attenzione alla parità di genere ed ai soggetti deboli, i giovani. 

Calendario

29 nov 2015
26 feb 2016
17 mar 2016
20 mar 2016
14 apr 2016
27 apr 2016
15 mag 2016
h 9,00  

                                            Ore 10 Partenza dal Pontile di Forte dei Marmi per la BICICLETTATA:

Conoscere gli alberi monumentali del Forte

Ore 10,30 Partenza dal Pontile di Forte dei Marmi per la PASSEGGIATA

nel centro del paese: Conoscere le origini dei nostro luoghi

Ore 12,00 Ritrovo a Villa Bertelli,  saluto dei partecipanti:

PREMIAZIONE DEI LAVORI DELLE CLASSI IN MOSTRA

leggi di più

Tavoli di discussione Tavoli di discussione

Per contribuire a migliorare le misure di semplificazione proposte partecipa ai tavoli di discussione. Puoi esprimere la tua opinione con un giudizio sintetico su quanto ritieni utile la misura; puoi commentare le misure e proporre modifiche o miglioramenti, eventualmente  rispondendo alle domande proposte all’interno di ciascun tavolo di  discussione, puoi proporre tu stesso una nuova misura.
I contenuti testuali e multimediali di questa sezione del sito sono sotto la cura e la totale responsabilità del soggetto gestore del processo partecipativo.
Per le policy d'uso della piattaforma, consultare la pagina: open.toscana.it/privacy