Un Comune per tutti

mediatore: Giulia Falcone
Partecipa
318

visitatori

7

incontri

0

commenti

0

tavoli

CONDIVIDI

Descrizione percorso Descrizione percorso

OBIETTIVI

Obiettivo del progetto consiste nell’attivare una discussione pubblica sull’ipotesi di fusione, al fine di far emergere e raccogliere le opinioni, ragioni e argomenti, nonché le idee ed opportunità rispetto all’ipotesi di fusione tra i due comuni. Inoltre, tale processo partecipativo si pone l’obiettivo di alimentare forme dirette di empowerment delle comunità locali, attraverso il coinvolgimento e l’attivazione della cittadinanza, non solo a livello di informazione e consultazione, ma anche in fase di elaborazione di idee progettuali per la costituzione del comune unico.

Pertanto, i prodotti di tale processo consistono, in primo luogo, nella ricognizione dettagliata delle opinioni, dei bisogni e delle aspettative rispetto alla possibile fusione amministrativa dei due enti, quale espressione delle due comunità (attraverso l’indagine di ascolto). Inoltre, si produrranno idee ed indicazioni per la localizzazione dei servizi e la strutturazione del comune unico.

 

FASI

FASE 1. AVVIO

Questa fase sarà orientata al coordinamento e alla condivisione di obiettivi del progetto e che coinvolgerà principalmente le strutture interne dei due comuni oggetto della fusione e sarà finalizzata a definire ed elaborare gli strumenti necessari ad una corretta informazione, come ad esempio lo studio di fattibilità sul processo di fusione.

FASE 2. ASCOLTO

Se nella prima fase l’ascolto sarà più dedicato alla costruzione di strumenti, in questa fase saranno coinvolti cittadini e portatori di interesse in focus group tematici su ambiti ritenuti più rilevanti dalle Amministrazioni.

FASE 3. CONFRONTO CON IL TERRITORIO

A seguito dei focus tematici è prevista una fase di apertura al territorio in cui saranno organizzati  incontri nelle 4 frazioni principali dove verranno presentati i risultati delle prime due fasi da condividere con i cittadini per definire soluzioni e strategie necessarie per la localizzazione dei servizi e la strutturazione del comune unico.

FASE 4. RESTITUZIONE E DIFFUSIONE

A seguito delle fasi di ascolto e co-progettazione saranno elaborate linee guida per la definizione partecipata del comune unico che verranno presentate in un momento di restituzione pubblico a cui seguiranno una serie di appuntamenti capillari nelle frazioni di Pergine e Laterina.

Tutte le fasi e le azioni saranno svolte con pratiche inclusive al fine di garantire il massimo coinvolgimento possibile della cittadinanza: in particolare, per la conduzione dei momenti di ascolto, di coinvolgimento e di confronto saranno utilizzate tecniche di interazione inclusive, che grazie alla presenza di facilitatori esperti permetteranno la paritaria espressione di tutti i punti di vista.

La piena inclusività di tutti i punti di vista e l’accesso al dibattito di tutti i partecipanti sarà garantita dai metodi deliberativi utilizzati, in termini di scambio e di confronto tra partecipanti. Infine, grazie al supporto di materiale di informazione appositamente redatto e alla presenza dei facilitatori, tutti i partecipanti saranno messi nella condizione di poter esprimere e argomentare la propria posizione.

In particolare saranno previste le seguenti azioni per ciascuna fase:

FASE DI AVVIO:

-       incontri con uffici comunali

-       organizzazione di un gruppo di coordinamento intersettoriale e intercomunale che seguirà il percorso

-       definizione dei contenuti per lo studio di fattibilità e sua realizzazione

FASE DI ASCOLTO:

-       mappatura dei portatori d’interesse e di realtà da coinvolgere per una diffusione del percorso e dei suoi risultati

-       organizzazione e gestione di 3 focus tematici con i portatori d’interesse su: scuola, agricoltura e associazionismo.

FASE DI CONFRONTO CON IL TERRITORIO:

-       organizzazione di 4 incontri nelle 4 principali frazioni dei due comuni.

FASE DI RESTITUZIONE:

-       definizione di linee guida e raccomandazioni da consegnare alle amministrazioni;

-       produzione di materiali di restituzione per ogni fase del percorso;

-       realizzazione di uno strumento informativo che illustri le caratteristiche di un modello di fusione condiviso all’interno del percorso di partecipazione.

METODOLOGIA

La proposta metodologica si basa sulla combinazione di alcuni strumenti chiave per il coinvolgimento di cittadini, dipendenti delle due amministrazioni coinvolte e di portatori di interesse del territorio.

In proposito, da un lato, le attività di avvio e di analisi del contesto e di coinvolgimento dei settori tecnici dei due Comuni, saranno finalizzate a creare un patrimonio informativo condiviso sul tema, fondamentale per condividere la previsione di una fusione comunale e per definire i contenuti dello studio di fattibilità e del percorso partecipativo più ampio e inclusivo.

Dall’altro, le attività di coinvolgimento e di ascolto avranno come obiettivo sia quello di attivare il maggior numero possibile di risorse locali (di singoli o associative) ai fini della partecipazione al percorso, che di fare tesoro delle loro risorse in termini di proposte per una condivisione degli obiettivi della fusione comunale.

Sul fronte più strettamente della partecipazione, i  foucus group, saranno organizzati in gruppi di lavoro eterogenei facilitati che consentiranno ai partecipanti di esprimere le proprie opinioni,   confrontarsi e raggiungere un punto di vista il più possibile condiviso sulle proposte di azione, partendo da una base conoscitiva comune fornita da schede di approfondimento realizzate a seguito dello studio di fattibilità. Si lavorerà ispirandosi ai modelli di costruzione di scenari che faciliteranno i partecipanti nello sviluppo di visioni sul futuro del comune unico e nella identificazione di alcune azioni prioritarie da sviluppare nel breve/medio periodo.

 

Per favorire una disseminazione dei risultati del progetto saranno previsti alcuni momenti di presentazione dei risultati nelle frazioni dei due comuni coinvolti.

Tutti i momenti di confronto e scambio vedranno l’azione strutturata di facilitatori esperti che solleciteranno un dialogo costruttivo per l’individuazione condivisa di raccomandazioni e azioni.

Calendario

26 giu 2017
03 lug 2017
13 lug 2017
18 lug 2017
20 lug 2017
25 lug 2017
27 lug 2017

Tavoli di discussione Tavoli di discussione

Per contribuire a migliorare le misure di semplificazione proposte partecipa ai tavoli di discussione. Puoi esprimere la tua opinione con un giudizio sintetico su quanto ritieni utile la misura; puoi commentare le misure e proporre modifiche o miglioramenti, eventualmente  rispondendo alle domande proposte all’interno di ciascun tavolo di  discussione, puoi proporre tu stesso una nuova misura.
I contenuti testuali e multimediali di questa sezione del sito sono sotto la cura e la totale responsabilità del soggetto gestore del processo partecipativo.
Per le policy d'uso della piattaforma, consultare la pagina: open.toscana.it/privacy