Mobilità e trasporti

Autobus con pedana
La Regione Toscana ha introdotto già da anni, nei contratti con i gestori dei servizi del trasporto pubblico locale, esplicite previsioni pensate per rafforzare i diritti dei passeggeri in tutti i modi di trasporto pubblico.

Tali previsioni contrattuali sono tutte frutto di consolidata convinzione, secondo la quale le persone svantaggiate a motivo di una mobilità ridotta dovuta a disabilità, all'età o a un altro fattore dovrebbero avere le stesse possibilità degli altri cittadini di utilizzare i mezzi adibiti al servizio di trasporto pubblico.

In particolare, nell'ultimo anno sono state firmate due intese - con Trenitalia e Rfi, gestori del servizio e della rete ferroviaria - che saranno seguite dalla firma di un contratto-ponte con Trenitalia, per garantire gli investimenti e le azioni necessarie ad un miglioramento della qualità del servizio. In tali documenti sono previste anche azioni ed impegni nella direzione della migliore accessibilità alle stazioni e ai treni che svolgono il servizio.

Il costante rinnovo del parco rotabile, su cui la Regione ha investito con grande impegno, costituisce di per se un immediato miglioramento dei parametri di accessibilità al servizio di trasporto pubblico su rotaia.

Per quanto concerne il trasporto su gomma, la Toscana sta portando a compimento la gara unica per individuare il futuro gestore del servizio. Il bando di gara predisposto per raggiungere questo obiettivo contiene apposite previsioni al fine di consentire il perseguimento dell'obiettivo di creare condizioni di pari opportunità tra tutti gli utenti del servizio. In questo quadro, la Regione ha anche predisposto un servizio di vigilanza e ha attivato un numero verde gratuito.

La vigilanza è affidata al corpo ispettori, con l'obiettivo di vigilare sulla corretta applicazione di quanto previsto dal contratto di servizio, mentre il numero verde rappresenta un punto di contatto costante per tutti coloro che devono segnalare disfunzioni o violazioni dei diritti del cittadino da parte dei gestori.
Ultimo aggiornamento: 05.06.2018
Condividi

Approfondimenti