Bandi e progetti

Logo CRID

 

 

ADA Adattamento Domestico Autonomia personale

Con Delibera della Giunta Regionale n. 865 del 6/9/2016 sono state approvate le Linee guida per l’organizzazione del progetto "Adattamento Domestico per l’Autonomia personale" (ADA) finalizzato al miglioramento delle condizioni di vita delle persone con disabilità grave nella propria abitazione.

Il progetto prevede la collaborazione tra professionisti esperti di accessibilità dell' Università, CNR o altri enti che si integrerà con le commissioni di valutazione multidisciplinare (UVM, UVH ecc.) presenti nelle 34 Società della Salute e/o zone distretto. La rete dei Laboratori Ausili per l’Apprendimento e la Comunicazione (LAAC) avrà un ruolo importante nella valutazione delle abilità e delle competenze personali e nell'addestramento all'utilizzo degli ausili e infine il CRA avrà un ruolo di supporto e coordinamento delle attività tecnico scientifico del progetto.

La partecipazione all’avviso pubblico dà ai partecipanti la possibilità di accedere a:

1. Consulenze tecniche: un documento redatto a seguito di un sopralluogo presso l’abitazione della persona con disabilità di personale sociosanitario ed esperti di accessibilità, che contiene l'insieme delle soluzioni progettuali volte a migliorare l’autonomia della persona disabile nella sua abitazione e a facilitare l’eventuale attività di chi presta assistenza.  

Le soluzioni proposte nella consulenza riguarderanno tre aree d’intervento:

  • opere edilizie
  • arredi e attrezzature
  • tecnologie assistive e tecnologie per l’accessibilità e l’automazione dell’ambiente

2. Eventuali contributi economici: il progetto prevede anche l’erogazione di un contributo economico (per partecipanti con I.S.E.E. riferito al nucleo familiare non superiore a 36.000,00 euro) finalizzato a sostenere la realizzazione degli interventi proposti nella consulenza o di una parte di essi. Il contributo economico è da intendersi come cofinanziamento al costo di realizzazione dei seguenti interventi:

  • opere edilizie;
  • acquisto e installazione di elementi d'arredo, attrezzature e ausili;
  • acquisto e installazione di strumentazioni, dispositivi e impianti tecnologici; installazione di sistemi domotici.

I contributi non potranno essere richiesti:

  • per interventi già finanziati o in corso di valutazione sulla base delle vigenti disposizioni regionali in materia di eliminazione delle barriere architettoniche;
  • per ausili compresi nel "Nomenclatore tariffario" di cui al Decreto Ministeriale n. 332 del 27 agosto 1999 o comunque acquisibili attraverso valutazione specialistica del competente servizio del S.S.N.


Cosa fare per e Contatti
Per avere ulteriori informazioni sul bando o per conoscere le modalità di presentazione della domanda, è consigliabile rivolgersi presso la Società della Salute/Zona Distretto di residenza oppure contattare il CRA: tel. 055.438.2874, centro.documentazione@regione.toscana.it 

Scarica l'opuscolo informativo

I termini per la presentazione delle domande per il Bando ADA sono scaduti il 15 Marzo 2017.

 

"Ambienti di vita più autonomi. ADA incontra Niccolò, Michela e Jury."

 

 

Emergenza! Dialogo tra disabilità e protezione civile

Un ciclo di incontri, in forma di laboratorio partecipativo, sul tema dell’approccio alla persona con disabilità nel corso di emergenze sismiche e idrogeologiche, dimensionato e adattato alla caratteristiche di un comune toscano medio piccolo, collocato in un’area a rischio sismico o idrogeologico.

Un percorso di sensibilizzazione e laboratori di confronto tra esperti e volontari della Protezione Civile e persone con disabilità, al fine di far emergere metodi e buoni pratiche.

Con l’obiettivo di modificare i Piani di Protezione Civile comunali e inserire misure di prevenzione e di intervento efficaci e condivise con le associazioni delle persone con disabilità sul territorio.

 

Metodologia

World Cafè” per stimolare discussioni autogestite dai partecipanti all’interno di un quadro comune e sotto la guida di un facilitatore e di alcune domande di riferimento

 

Percorso

Gli interventi avranno luogo presso i locali dei Comuni coinvolti. I partecipanti compileranno un Test di entrata finalizzato a valutare le conoscenze iniziali e i bisogni formativi, parteciperanno a tre incontri di tre ore ciascuno e infine il Test di uscita finalizzato a verificare le conoscenze acquisite.

Al termine delle attività progettuali è prevista una giornata conclusiva finalizzata alla restituzione dei risultati nonché alla presentazione delle proposte di modifica dei Piani Protezione Civile comunali e dei Piani personalizzati.

Programma

 

Destinatari

Residenti nei Comuni Poggio a Caiano (PO), Castelnuovo di Garfagnana (LU) e Monte San Savino (AR), e facenti parte delle seguenti categorie: organizzazioni di volontariato dei settori sanitario, sociale, socio sanitario, protezione civile e vigili del fuoco; cooperative sociali; associazioni di rappresentanza delle persone con disabilità; fondazioni o altri enti/realtà impegnate nell’ambito della disabilità e della tutela dei diritti delle persone con disabilità.

 

Modalità di iscrizione

Si informa che le iscrizioni sono chiuse.

Per qualsiasi informazione contattare il CRA tramite mail: centro.documentazione@regione.toscana.it oppure allo 055/4382874

 

Normativa di riferimento

Delibera n.43-2016 Emergenza! Dialogo tra disabilità e protezione civile

 

 

Bando Adattamento Domestico 2015

E’ giunta a conclusione la procedura del bando legato al progetto sperimentale di “Adattamento domestico: consulenze e contributi per persone con disabilità grave – annualità 2015” con l’approvazione in questi giorni della graduatoria degli aventi diritto al contributo economico.

Il progetto rivolto a persone con disabilità grave e attivato nella sua fase sperimentale nei comuni delle Società della Salute fiorentina nord ovest e pratese, è un nuovo modello regionale che intende favorire il superamento di barriere e l’adattamento dell’abitazione rispetto alle esigenze di vita della persona disabile che vi risiede. Promosso e finanziato dalla Regione Toscana con Delibera GRT n.1043 del 25 novembre 2014 il progetto è stato gestito dalla Società della Salute fiorentina nord ovest con il CRA.

In questa prima fase sperimentale, il bando era rivolto a residenti nei territori delle due SDS fiorentina nord ovest e pratese: 26 sono stati i sopralluoghi nell’area fiorentina nord ovest effettuati da un’equipe multi-professionale con la finalità di rilevare informazioni e dati tecnici necessari alla stesura di consulenze. A seguire sono stati inviati i preventivi da parte delle persone interessate a percepire il contributo. Verificata la regolarità dei preventivi presentati e la congruità degli interventi per i quali si richiedeva il contributo, una commissione di valutazione multi-disciplinare ha, infine, definito l’ammontare di ciascun contributo erogabile.

I criteri di valutazione hanno tenuto conto del grado di autonomia domestica, della percentuale di cofinanziamento delle spese di intervento così come stabilito dal bando e della spesa preventivata degli interventi di adeguamento presentata dagli interessati.

Allegati:

Decreto approvazione garduatoria e determinazione contributo N. 149 del 22/09/2016 firmato

Decreto approvazione garduatoria e determinazione contributo N. 149 del 22/09/2016 accessibile

Allegato A N. 149 del 22/09/2016 ammontare dei contributi

 

"Gli architetti di ADA e Niccolò"

 

Ultimo aggiornamento: 11.05.2018
Condividi