A.F.A. Attività fisica adattata

L'AFA, “Attività Fisica Adattata”, è un programma a carattere non sanitario previsto dalla Regione Toscana tra le azioni di sanità d’iniziativa per il contrasto alle malattie croniche. E’ rivolto a persone adulte e anziane in condizione di salute fragile che presentano condizioni dolorose ricorrenti quali sindrome algica da ipomobilità o da osteoporosi, rachialgia cronicizzante (basso livello di disabilità) o riduzione delle capacità funzionali a causa di esiti invalidanti da malattie quali Parkinson, esiti di ictus, malattie reumatiche (alto livello di disabilità): semplici esercizi fisici alla portata di tutti, che permettono al corpo di rimanere in movimento creando anche l’occasione per stare in compagnia.

L'AFA è salute orientata, non malattia orientata: è, cioè, riconosciuta come una delle azioni di prevenzione più efficaci nel promuovere l’adozione di corretti stili di vita.

L’AFA non essendo un'attività sanitaria non rientra nei Livelli Essenziali di Assistenza sanitaria e pertanto non è a carico del Servizio Sanitario Regionale.

I corsi vengono tenuti in gruppo in luoghi di socializzazione, palestre, piscine, con programmi di esercizi validati da esperti sanitari e guidati da personale preparato a gestire questa specifica attività.

I programmi di esercizio A.F.A. sono proposti dalle autorità sanitarie sulla base di evidenze scientifiche pubblicate; sono condivisi con gli istruttori e applicati omogeneamente in tutte le strutture territoriali. Ciascun programma AFA ha caratteristiche e intensità adeguate alle condizioni funzionali dei partecipanti. Le sedute di esercizio, della durata di un'ora e con una frequenza di 2 o 3 volte la settimana, sono svolte in gruppi, la cui numerosità dipende dalla gravità della disabilità motoria e dalle dimensioni degli ambienti. Sono previste visite di verifica sia sull’adeguatezza dei locali, sia sull’applicazione dei protocolli di esercizi.

Le tariffe contenute (2-2,5 € a incontro per l’AFA base) e la capillarità delle sedi dove si svolge l’attività, hanno consentito una rapida e ampia adesione da parte della popolazione interessata.

In 10 anni di esperienza, sono stati coinvolti circa 30.000 anziani (pari al 3,5% della popolazione Toscana over65) nei 1891 gruppi di attività in 773 palestre sparse nell'81% dei Comuni della Toscana. Il numero di adesioni e gruppi continuano ad aumentare ogni anno, come risultato della soddisfazione dei partecipanti e dell’impegno del sistema. In particolare le Società della Salute hanno svolto un ruolo di promozione e sostegno che ha coinvolto i professionisti sanitari e i providers, sia no-profit che profit.

Cosa fare per accedere al servizio:
Per il cittadino, la partecipazione all’Attività Fisica Adattata è molto semplice: dopo aver consultato il proprio medico in merito alla possibilità di effettuare tale attività, è sufficiente contattare gli specifici riferimenti che le Aziende Sanitarie e le Società della Salute hanno predisposto.

Per l’ accesso all’attività AFA non è richiesta certificazione medica di alcun tipo.

Ogni Azienda ha predisposto una modalità informativa ed una modulistica per facilitare i contatti e l’accesso dei cittadini interessati, che sono reperibili nei presidi sanitari e presso gli ambulatori dei Medici di famiglia.

Normativa di riferimento:

Ultimo aggiornamento: 09.02.2016
Condividi