11 giugno 2018

Workshop nazionale "Cani d’assistenza: lo scenario italiano"

Foto: cane della scuola cani guida per ciechi di Scandicci

Sabato 29 settembre 2018 - Auditorium del Comune di Scandicci, Piazzale della Resistenza, Scandicci - Firenze

Il workshop ha l’obiettivo di raccogliere le esperienze e le istanze dei portatori d’interesse e degli operatori che si occupano di cani d’assistenza in Italia per costruire un quadro il più possibile rispondente alla realtà del settore. In Italia, i cani d’assistenza alle persone con disabilità sono stati citati per la prima volta nell’ambito dell’Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano del 3 febbraio 2003 e nuovamente in quello del 25 marzo 2015.

È però nel più recente dei suddetti accordi che, al capitolo 10 dell’Allegato “Linee Guida per gli Interventi assistiti con gli animali” si definiscono “cani di assistenza alle persone con disabilità” tutti i cani, oltre ai cani guida per i non vedenti e ipovedenti, che assistono persone con disabilità fisiche, cognitive o mentali, svolgendo alcune funzioni che l’individuo con disabilità non può eseguire autonomamente.

L’iscrizione al workshop come uditore è gratuita fino ad esaurimento posti e può essere effettuata entro il 15 settembre 2018 secondo le modalità previste nella scheda di iscrizione.

È possibile partecipare inoltre come relatori e presentando dei poster. I partecipanti al workshop hanno la possibilità di partecipare attivamente al programma attraverso la presentazione di contributi sotto forma di comunicazioni orali o poster che saranno esposti al convegno.

Tematica
I contributi dovranno essere inerenti i Cani d’assistenza in Italia, ovvero, come definito dall’accordo, tutti i cani, oltre ai cani guida per i non vedenti e ipovedenti, che assistono persone con disabilità fisiche, cognitive o mentali, svolgendo alcune funzioni che l’individuo con disabilità non può eseguire autonomamente.

I contributi potranno includere descrizioni della realtà italiana, modalità operative, esperienze, progetti, confronti con altre realtà, criticità e necessità del settore.

Istruzioni per l’invio
La proposta di contributo (abstract) dovrà essere compilata tramite l'apposita scheda ed inviata per e-mail all'indirizzo dedicato convegno.caniassistenza@regione.toscana.it entro e non oltre il 20 luglio 2018 con oggetto: “CALL FOR ABSTRACT PER WORKSHOP CANI D’ASSISTENZA”. Tutti i lavori presentati dovranno essere in italiano e saranno sottoposti alla valutazione del Comitato organizzativo del Workshop.

Entro il 01 settembre 2018 il Comitato organizzativo comunicherà l’accettazione o meno dell’abstract e, quindi la possibilità di contribuire al workshop con una presentazione orale o un poster e il programma definitivo del workshop con i relatori
selezionati.

  • Comunicazioni orali: ciascun relatore selezionato avrà 15/20 minuti a disposizione per la presentazione. Le informazioni dettagliate sulla modalità di presentazione orale saranno inviate ai relatori successivamente alla fase di selezione.
  • Poster: gli abstract selezionati come poster dovranno essere orientati verticalmente con misura di 70X100. Ulteriori informazioni sui poster saranno inviate successivamente alla fase di selezione.

 

Non si potrà risultare come primi autori in più di tre abstract. Non vi è invece limite al numero di abstract in cui si è indicati come co-autori. La possibilità di presentare l’abstract, sia come poster che comunicazione orale, sarà vincolata all’iscrizione gratuita al workshop secondo le modalità previste nella scheda di iscrizione.

Inormazioni utili
Sabato 29 settembre 2018 dalle 08.30 alle 18.00
Posti disponibili: 400
Iscrizione gratuita
Scadenza per le iscrizioni al workshop: 15 settembre 2018
Scadenza invio abstract: 20 luglio 2018
Per informazioni:
Lucilla Bracalari Tel: 0554385441
Massimo Baragli Tel: 0554382852
convegno.caniassistenza@regione.toscana.it

Come arrivare

  • in auto, Autostrada del Sole A1 – (Si può lasciare l’auto al parcheggio di Villa Costanza senza uscire dall’autostrada - prendere la tranvia T1 e scendere alla fermata Resistenza, 5 minuti).
  • in treno, dalla stazione ferroviaria Firenze Santa Maria Novella prendere la tranvia T1. Scendere alla fermata Resistenza, una voce registrata informa sulle fermate che si incontrano durante il tragitto; il tempo di percorrenza dalla Stazione a Scandicci circa 20 minuti. L’auditorium è situato nella piazza antistante la fermata.
Condividi