11 marzo 2019

Dopo di noi, la nuova vita di 34 disabili toscani

Immagine: foto dall'alto di spazio tipico condiviso, case costruite intorno a giardini comuni dove ci sono persone e bambini

Si chiama "Con Noi e Dopo di Noi" ed è il progetto sul Dopo di noi che vede la Società della Salute Amiata Senese e Val d’Orcia-Val di Chiana Senese quale soggetto capofila con partners individuati con apposito bando.

Il progetto si inserisce in una programmazione unitaria che ha radici lontane quando nel 2014, in materia di disabilità, erano presenti sul territorio della Valdichiana soltanto due centri diurni e in Amiata un centro diurno. La delibera regionale 594/2014 ha fornito l'impulso per generare collaborazioni con operatori delle istituzioni, dell'associazionismo e del volontariato che ha portato molti risultati, tra cui un appartamento diurno a Sinalunga con attività sociali e laboratori (5 posti), una struttura residenziale a Sarteano (5 camere singole con bagno e stanze comuni più giardino), il prossimo avvio (30 marzo) a Sinalunga di una struttura gestita da un’associazione temporanea di scopo tra ASP di Sinalunga, Istituto Agazzi e Cooperativa Koinè che prevede 8 posti di residenze sanitarie per disabili, 8 posti di comunità di alloggio protetta e 8 posti in un centro diurno per soggetti affetti da disturbi dello spettro autistico. 

Il progetto "Con Noi e Dopo di Noi" prevede 3 ambiti di intervento.

Il primo riguarda percorsi programmati di accompagnamento del disabile per l’uscita dal nucleo familiare di origine: sono stati previsti sia nell’ambito territoriale Amiata Senese e Val d’Orcia che in quello Val di Chiana Senese, laboratori per l’accrescimento delle autonomie, la pratica motoria sportiva come "palestra di autonomia", laboratori che prevedono lo svolgimento del vivere quotidiano per brevi periodi fuori dal nucleo familiare di origine.

Il secondo prevede interventi di tipo residenziale in soluzioni alloggiative residenziali: azioni di co-housing con livelli medio-bassi di supporto all’interno di una nuova struttura sita nel comune di Sarteano che consenta alle persone con disabilità grave di vivere insieme in un ambiente appositamente adattato alle loro esigenze con il supporto di figure professionali qualificate.

Il terzo ambito di intervento prevede programmi di accrescimento della consapevolezza e per l’abilitazione e lo sviluppo delle competenze per favorire l’autonomia delle persone con disabilità grave ed una migliore gestione della vita quotidiana: percorsi di sensibilizzazione, informazione, accompagnamento e sostegno ai familiari in vista dell’uscita della persona con disabilità dal nucleo familiare.

Per la realizzazione del progetto, di durata triennale, sono state assegnate alla Società della Salute Amiata Senese e Val d’Orcia e alla Val di Chiana Senese risorse complessive pari a 460mila euro provengono dalla Regione Toscana (350mila circa) e dalle associazioni partner del progetto (110mila circa).

 

Fonte: Redattore Sociale

 

Condividi