25 ottobre 2019

Barriere architettoniche, dalla Regione 1,7 milioni per l'abbattimento nelle case

Immagine: foto di un bagno privo di barriere architettoniche

Dalla giunta un milione e 700.000 euro per l'abbattimento delle barriere architettoniche nelle abitazioni. Le risorse vengono assegnate, con una delibera presentata dall'assessore al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi e approvata dalla giunta nel corso dell'ultima seduta, a Comuni, Unioni di Comuni e Società della Salute, che provvederanno poi a destinarle alle persone con disabilità che ne avevano fatto richiesta ed erano state ritenute idonee, in base a graduatorie stilate dopo apposita istruttoria.

"L'abbattimento delle barriere architettoniche è per noi un tema fondamentale, al quale dedichiamo attenzione e risorse - è il commento dell'assessore Saccardi - Ogni anno ripartiamo ai Comuni i finanziamenti per l'abbattimento delle barriere architettoniche nelle abitazioni. Potersi muovere senza ostacoli e barriere è condizione di base per la qualità della vita. E questo deve avvenire sia negli spazi pubblici che in quelli privati. Noi vogliamo che le persone con disabilità possano muoversi liberamente, senza ostacoli che limitino i loro movimenti, sia nelle proprie abitazioni che fuori".

La cifra di 1.721.716 euro (661.716 risorse statali + 1.060.000 risorse regionali) finanzia le domande presentate nel 2018 ai Comuni, che hanno effettuato l'istruttoria e approvato le graduatorie entro il 31 marzo 2019. Comuni, Unioni di Comuni e Società della Salute dovranno rispettare gli adempimenti circa la rendicontazione dei contributi erogati. In assenza della rendicontazione non potranno essere assegnati eventuali ulteriori finanziamenti disponibili per future graduatorie

Condividi