La memoria partecipata

mediatore: Michele Morabito
Partecipa
2309

visitatori

6

incontri

0

commenti

0

tavoli

CONDIVIDI

Descrizione percorso Descrizione percorso

OGGETTO DEL PERCORSO PARTECIPATIVO

Si tratta di un progetto partecipativo promosso dal Comune di Stazzema in collaborazione con i Comuni di Forte dei Marmi, Pietrasanta e Seravezza e gli Istituti scolastici della Versilia e finanziato dall’Autorità per la Partecipazione della Regione Toscana.
L’oggetto del progetto è la diffusione della conoscenza tra gli studenti delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado e tra le loro famiglie del patrimonio morale, storico ed etico della memoria dell’eccidio di Sant’Anna di Stazzema, inserito nel più vasto contesto nazionale e internazionale della Seconda Guerra Mondiale.

OBIETTIVI

Contrastare l’oblio della memoria: la mancata conoscenza, soprattutto nelle giovani generazioni, dei fatti che hanno contribuito a formare lo spirito politico e morale che ha dato vita alle istituzioni repubblicane e alla democrazia dopo la ventennale dittatura fascista, deve essere contrastato soprattutto attraverso la conoscenza. Puntare su forme innovative per rendere partecipi e coinvolti i giovani, può essere un esperimento interessante non soltanto a livello sociologico, ma anche per le istituzioni democratiche.

Trasmettere i valori dell’antifascismo, del rispetto del valore della vita e della solidarietà: far scoprire alle giovani generazioni i valori etici e morali che furono barbaramente calpestati dall’ideologia nazista che, tramite le Waffen SS, fu responsabile dell’uccisione di 560 civili innocenti per ragioni di rappresaglia e terrorismo.

FASE 1

(Prodromica) Misurazione del grado di oblio della memoria attraverso un questionario sottoposto ai genitori:  l’obiettivo è capire quanto è ancora viva la conoscenza dei fatti che avvennero il 12 agosto del 1944 e dei loro antefatti storico-politici nella generazione che va dai 30 ai 50 anni

 

FASE 2

Visita a Sant’Anna dei ragazzi delle classi terze delle scuole Secondarie di Primo grado coinvolte. Il personale del Museo Storico di Sant'Anna di Stazzema utilizza tecniche di lezione didattica frontale con proiezione del film di ricostruzione storica dell’eccidio e accompagna i ragazzi nella visita delle sale espositive del museo e nei luoghi dove avvenne la strage.

 

FASE 3

Workshop studenti - genitori nelle scuole

All’interno degli istituti scolastici, vengono organizzati dei workshop facilitati da personale specializzato ai quali parteciperanno i ragazzi e 1 loro genitore.

I facilitatori, oltre ad incentivare la discussione e l’approfondimento delle tematiche oggetto del processo, stimoleranno gli studenti a predisporre degli elaborati che verranno sottoposti ad una giuria di esperti. I migliori lavori saranno premiati con una borsa di studio. (vedi punto successivo)

 

FASE 4

Concorso a premi dedicato ai ragazzi delle scuole coinvolte.

Possono concorrere gli studenti delle classi terze, singolarmente o a gruppi, nelle seguenti cinque tipologie di elaborati attinenti l'interpretazione dell'eccidio di Sant'Anna di Stazzema (per prendere visione del regolamento si veda la sezione documentazione):

  • Video
  • Foto
  • Tweet di max 280 caratteri
  • Disegno con qualsiasi tecnica, formato max 70cm x 100 cm
  • Testo giornalistico con lunghezza max 2.500 battute spazi compresi

Premi

Al primo classificato: € 1.200,00 (€ 600,00 al vincitore, sia singolo o classe; € 600,00 alla scuola)
Al secondo classific.: € 1.000,00 (€ 500,00 al vincitore, sia singolo o classe; € 500,00 alla scuola)
Al terzo classificato: € 800,00 (€ 400,00 al vincitore, sia singolo o classe; 400,00 euro alla scuola)

 

FASE 5

Restituzione

Restituzione del processo partecipativo alle Comunità con un grande evento il 2 giugno 2018 a Sant'Anna di Stazzema al quale invitare la cittadinanza dei quattro Comuni – Premiazione e consegna delle borse di studio ai vincitori del concorso

Calendario

24 apr 2018
04 mag 2018
07 mag 2018
09 mag 2018
21 mag 2018
02 giu 2018
h 10,30   Workshop alunni - genitori della Scuola Santini di Tonfano nel Comune di Pietrasanta
Cerimonia a Sant'Anna del 2 Giugno 2018. Premiazione dei ragazzi che hanno partecipato al progetto "La Memoria Partecipata"
Il video descrittivo dell'intero progetto
Visita degli studenti della Versilia a Sant'Anna di Stazzema 2
Visita degli studenti della Versilia a Sant'Anna di Stazzema

Tavoli di discussione Tavoli di discussione

All’interno degli istituti scolastici, vengono organizzati dei workshop facilitati da personale specializzato ai quali parteciperanno i ragazzi e 1 loro genitore.

I facilitatori, oltre ad incentivare la discussione e l’approfondimento delle tematiche oggetto del processo, stimoleranno gli studenti a predisporre degli elaborati che verranno sottoposti ad una giuria di esperti. I migliori lavori saranno premiati con una borsa di studio.

Queste le tematiche che verranno affrontate nei tavoli di discussione in tre sessioni di lavoro:

1) Quale è il sentimento più forte che scaturisce dall'esperienza di Sant'Anna di Stazzema (le 3 parole che vengono spontanee, con un'eventuale breve spiegazione).

2) Pensando alla relazione tra la vicenda di Sant’Anna di Stazzema e i problemi e i drammi del mondo di oggi, qual è il messaggio che a vostro parere ciò che avvenne a Sant’Anna può e deve dare oggi a 74 anni di distanza?

3) Come comunichereste la storia e gli insegnamenti che nascono da Sant'Anna di Stazzema alle nuove generazioni, ai vostri coetanei, al maggior numero di persone (quali gli strumenti e le azioni che vi vengono in mente).

I contenuti testuali e multimediali di questa sezione del sito sono sotto la cura e la totale responsabilità del soggetto gestore del processo partecipativo.
Per le policy d'uso della piattaforma, consultare la pagina: open.toscana.it/privacy