COLLEga-MENTI: per un nuovo spazio multiculturale

mediatore: Archeoprogetti - Eubios
Partecipa
2072

visitatori

0

incontri

0

commenti

0

tavoli

CONDIVIDI

Descrizione percorso Descrizione percorso

COLLEga-MENTI: per un nuovo spazio multiculturale

Processo integrato per la progettazione partecipata di un’aula-laboratorio dell’intercultura all’interno dell’Istituto Scolastico San Giovanni Bosco e Cennino Cennini.

CHE COS'E'?

Il tema centrale del percorso partecipativo “COLLEga-MENTI” è la creazione, all’interno della sede dell’Istituto Scolastico “San Giovanni Bosco e Cennino Cennini” a Colle Val d'Elsa, di uno spazio-laboratorio (fisico ma non solo) inteso come luogo di socializzazione e inclusione per l’intera comunità colligiana.

PER APPROFONDIMENTI: blog e pagina facebook

QUALI TEMI IN GIOCO?

Sono due gli elementi principali, fortemente correlati tra loro, su cui si lavorerà durante il percorso partecipativo:

  • la progettazione e l’allestimento di un’aula-laboratorio della multiculturalità, localizzata sì all’interno della scuola, ma intesa come spazio aperto a tutta la cittadinanza;

  • la progettazione e l’attivazione di un modello innovativo di gestione di questo spazio, finalizzato alla programmazione delle sue attività nell’ottica di una forte e costante interazione scuola-territorio.

CHE COSA SI VUOLE REALIZZARE?

  • l’intercultura come “narrazione”: dagli oggetti (fonti di cultura materiale), ai saperi (patrimonio di conoscenze a partire dal “saper fare”), alle storie. L’idea di sviluppare la narrazione a partire dagli oggetti riconosce riconosce nelle testimonianze della cultura materiale un ponte di conoscenza e incontro tra generazioni (giovani e anziani), generi (uomo-donna) e culture diverse;

  • la centralità della relazione tra identità culturale e integrazione culturale. Questo aspetto consente di rafforzare i meccanismi di condivisione: ognuno (italiano e straniero) è chiamato a raccontare gli aspetti identitari della propria comunità di origine, secondo un unico progetto condiviso il cui obiettivo è quello di rappresentare la comunità colligiana nel suo passato e nel suo presente;

  • il dialogo strutturato tra scuola (nei suoi diversi attori alunni/docenti/famiglie), comune (biblioteca), associazioni (partner) come elemento propulsore di un sistema efficace di gestione e programmazione.

 

CALENDARIO DELLE ATTIVITA'

FASE 1 – Formazione e condivisione

dicembre 2015 – gennaio 2016

  • Incontri preliminari finalizzati all’organizzazione logistica e metodologica del percorso

    target: gruppo di progetto – novembre 2015

  • Incontro formativo per introdurre alle pratiche partecipative

    target: docenti/partner – 3 dicembre 2015

  • Incontro di coordinamento per la definizione condivisa del progetto esecutivo

    target: Gruppo coordin. (docenti e partner) – 17 dicembre 2015

 

FASE 2 – Progettazione partecipata

febbraio-marzo 2016

  • 4 laboratori scolastici (1 per classe) per introdurre alle metodologie partecipative, allargare il Gruppo di coordinamento, formulare una prima idea progettuale
    target: docenti e studenti dal 2 al 5 febbraio 2016

In dettaglio: a) introduzione alla legge sulla partecipazione e condivisione del progetto; b) definizione delle attività e del piano di lavoro; c) organizzazione dei gruppi di lavoro nelle classi e nomina dei referenti di ciascuna classe; d) elaborazione primo progetto di allestimento dell’aula, da attuarsi con gli insegnanti nel mese di febbraio; e) attivazione dei principali strumenti di comunicazione; f) progettazione partecipata del 1° evento di “lancio” del progetto

  • Laboratorio di progettazione partecipata sintesi progettuale delle attività realizzate nei 4 laboratori scolastici ed elaborazione di una visione condivisa

    target: Gruppo coordin. (studenti) – 6 febbraio 2016

  • Incontro di coordinamento per la progettazione dell’evento inaugurale dell’aula-laboratorio e per l'ampliamento del gruppo di coordinamento (inclusione di 2-3 studenti per ogni classe coinvolta)

    target: Gruppo coordin. (docenti e studenti) – 13 febbraio 2016

  • Laboratorio extrascolastico di progettazione partecipata per la programmazione di dettaglio dell'evento e la formazione dei 4 gruppi di lavoro

    target: Gruppo coordin. (docenti e studenti) – 25 febbraio 2016

  • Attività di allestimento dell'aula e organizzazione dell'inaugurazione svolte in autonomia dagli studenti ini orario scolastico, con il coordinamento dei docenti coinvolti

    target: docenti e studenti – fine marzo 2016

 

FASE 3 – Ricerca-azione

aprile-maggio 2016

  • Evento di lancio del progetto e inaugurazione dell'aula

    target: comunità scolastica e partner– 9 aprile 2016

  • Attività con gli studenti - (settimana pedagogica 2) n. 4 Workshop/Laboratori di story telling per: attività di ricerca-azione per acquisire le competenze necessarie alla progettazione; mappatura e raccolta di “oggetti e delle loro storie". target: studenti – aprile/maggio 2016

  • n. 1 Laboratorio di story telling - mappatura e raccolta di “oggetti e delle loro storie”; selezione delle storie che si intende rappresentare all’interno dell’aula di intercultura. target: Famiglie e cittadini – aprile/maggio 2016

  • Incontro di coordinamento per l'allargamento del gruppo ai genitori

    target: Gruppo coordin. (docenti, studenti, genitori)– 5 maggio 2016

 

FASE 4 – Chiusura e restituzione

maggio 2016

  • Incontro di coordinamento per la presentazione del documento di sintesi elaborato sulla base degli esiti del percorso partecipativo. target: Gruppo coordin. (docenti, studenti e genitori)– maggio 2016

  • Evento conclusivo per la presentazione alla comunità del programma di attività elaborato e dei risultati del percorso partecipativo. target: Famiglie e cittadini – fine maggio/inizio giugno 2016

 

Piano di comunicazione (trasversale all'intero percorso partecipativo):

Gli esperti cureranno in maniera diretta, in ovvio coordinamento con i partecipanti al progetto, la comunicazione istituzionale sulla piattaforma regionale di Open Toscana.

Gli altri strumenti di comunicazione, progettati e gestiti prevalentemente dai ragazzi con il supporto di docenti ed esperti, saranno:

1. progettazione e gestione di un blog, per il quale è già stato definito un apposito spazio web;

2. progettazione e gestione di un profilo twitter;

3. progettazione e gestione della pagina facebook;

3. progettazione e diffusione di materiale informativo cartaceo (manifesti e volantini).

 

MATERIALI E DOCUMENTI

 

Tutti i materiali del percorso di partecipazione sono scaricabili nella sezione apposita: documentazione informativa, verbali degli incontri, report delle attività, documenti ufficiali, foto, video e altro ancora.

Calendario

I contenuti testuali e multimediali di questa sezione del sito sono sotto la cura e la totale responsabilità del soggetto gestore del processo partecipativo.
Per le policy d'uso della piattaforma, consultare la pagina: open.toscana.it/privacy