#AGENDADIGITALE

Obiettivi
5330

visitatori

1

incontri

0

commenti

0

tavoli

CONDIVIDI

Agenda Digitale Agenda Digitale

#ToscanaDigitale

Venerdì 10 marzo
dalle 10.00 alle 13.00
La Regione Toscana verso l'Agenda digitale
Cinema La Compagnia
Via Cavour 50/R, Firenze

L’assessore Vittorio Bugli, insieme ad Anci Toscana, presenterà il percorso progettuale che mira ad attivare e coinvolgere il territorio - imprese, mondo della ricerca, comunità e pubbliche amministrazioni - per delineare in modo condiviso le politiche per supportare il digitale come leva di inclusione e crescita trasversale.

Nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 17.30, ci svolgeranno incontri tematici su infrastrutture, competenze, servizi per la cittadinanza digitale e innovazione per la competitività delle imprese. Per partecipare a questi  tavoli di lavoro, è necessario iscriversi qui

Seguirà programma dettagliato.

 

COS'E'

La Regione Toscana ha scelto di avviare un percorso partecipato per dotarsi di un'Agenda Digitale per delineare lo sviluppo delle tecnologie, dell'innovazione e dell'economia digitale.

Il percorso, nel quadro dell’Agenda Digitale Europea e del paese, con eventi tematici e workshop collaborativi a livello territoriale, ed interviste ad alcuni protagonisti e un percorso di partecipazione in questa pagina web, verrà avviato un processo aperto e partecipato.

Tutte e tutti, cittadini, imprenditori, professionisti, potranno partecipare condividendo informazioni che andranno a determinare gli obiettivi dell’Agenda Digitale, evidenziando criticità, bisogni e azioni. 

A seguito del processo partecipato, verrà pubblicata l’Agenda Digitale della Regione Toscana.

OBIETTIVI

Dotare la Regione Toscana un’Agenda Digitale generata dal basso, ascoltando i bisogni e accelerando le competenze dei cittadini e cittadine toscani, con obiettivi e linee di sviluppo.

Delineare in modo condiviso le politiche per supportare il digitale come leva di inclusione e crescita trasversale.

Attivare e coinvolgere il territorio - imprese, comunità e Pubbliche Amministrazioni - per creare un network tra pubblico e privato all’interno di un processo partecipativo on e off line.

 

Gli utilizzi delle tecnologie dell’informazione e delle telecomunicazioni (ICT) sono una grande occasione per consentire non solo la crescita economica ma anche per migliorare la qualità della vita delle persone, aiutare la crescita sociale e facilitare il rapporto tra Pubblica Amministrazione, imprese, associazioni, cittadini: sono questi i principi dell’Agenda Digitale Europea, che propone di sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione per favorire l’innovazione, la crescita economica e il progresso.

La Toscana si è già avviata con le iniziative intraprese nell’ambito delle politiche per lo sviluppo della società dell’informazione e della conoscenza. Aziende, cittadini, scuole e università chiedono azioni e investimenti per poter essere connessi e per utilizzare i servizi tramite la rete; per questo la Regione Toscana ha investito in infrastrutture digitali materiali e immateriali con l’estensione della copertura in banda larga e ultralarga sul territorio, la disponibilità di infrastrutture abilitanti, lo sviluppo dei servizi on line della PA.

Dotare i territori di connettività, sviluppare e fornire servizi on line a imprese e cittadini, estendere le pratiche di trasparenza, coinvolgere i cittadini attraverso l’incremento delle competenze digitali e l’uso del digitale, favorendo così l’inclusione: questi sono gli obiettivi che la Regione si è posta per rendere più digitale la Toscana.

La Toscana presenta una situazione favorevole al miglior utilizzo delle ICT: i centri di ricerca universitari, le sedi del CNR, le importanti aziende che operano sul territorio, così come gli incubatori per le nuove imprese e le start up, le comunità di innovatori, costituiscono un tessuto di competenze e di opportunità per la crescita basata sul digitale, all’interno della sempre più dura competizione globale, dove c’è spazio e necessità di innovazione nei prodotti, nei processi e nella scelta degli stessi settori produttivi.

Allo stesso tempo le iniziative della PA per le infrastrutture, per le smart cities e per la garanzia dei nuovi diritti digitali possono essere catalizzatori per le crescita sociale tramite l’utilizzo delle tecnologie.

L’innovazione basata sulle tecnologie riveste un ruolo importante anche nell’ambito del riordino dei livelli istituzionali e nell'organizzazione del sistema degli enti locali (ancora di più oggi con la riforma delle province), nell'innovazione normativa e regolamentare per la semplificazione, così come nella comunità, rinnovando la tradizione di partecipazione del territorio toscano e perseguendo le condizioni necessarie per l’inclusione dei cittadini nella partecipazione alla vita pubblica.

A supporto di tali investimenti, e per strutturare al meglio le prossime azioni seguendo le indicazioni dell’Unione Europea, nasce l’esigenza di dotarsi di un’agenda digitale, cioè di un documento che disegna politiche e priorità del territorio toscano dedicate al digitale, tenendo conto dalle declinazioni economiche, strutturali, sociali, professionali: si tratta di una strategia di innovazione del territorio toscano nell’era digitale, partendo dallo stato dell’arte, dalle attività e sopratutto dei bisogni.

L’obiettivo è delineare le politiche per supportare il digitale non come un settore a sé, ma piuttosto come leva di inclusione e crescita sociale ed economica.
Gli studi sulla crescita ci dicono che i paesi che stanno uscendo prima e meglio dalla crisi economica sono quelli che hanno di più investito in tecnologie digitali e innovazione, mentre sono più in difficoltà quelli che hanno investito meno, come l’Italia.
Affrontare gli obiettivi dell’agenda digitale vuol dire mettere a disposizione una serie di risorse di carattere tecnologico, organizzativo, normativo, di comunità, significa intercettare i fondi europei e connettersi al mondo e dare maggiori possibilità di crescita sociale per dare alle comunità toscane un posto della frontiera dell’innovazione.

 

I contenuti testuali e multimediali di questa sezione del sito sono sotto la cura e la totale responsabilità del soggetto gestore del processo partecipativo.
Per le policy d'uso della piattaforma, consultare la pagina: open.toscana.it/privacy