open toscana
news

Indietro

La notte dei ricercatori, una festa dedicata alla conoscenza

19 settembre 2016
La notte dei ricercatori, una festa dedicata alla conoscenza

Torna quest'anno il 30 settembre la Notte dei ricercatori in Toscana (Bright 2016) per animare con centinaia di eventi tutto il territorio regionale. In dodici città saranno allestite iniziative nelle quali i mille ricercatori che hanno lavorato all'evento offriranno al pubblico l'opportunità di conoscere da vicino le loro attività, aprendo i laboratori a visite guidate, portando nelle piazze esperimenti e dimostrazioni scientifiche dal vivo, organizzando mostre, conferenze e seminari divulgativi.

I cittadini saranno poi invitati a spettacoli e concerti all'aperto e nei teatri, che si svolgeranno dal pomeriggio fino a tarda notte ad Arezzo, Calci, Firenze, Grosseto, Lucca, Pisa, Poggibonsi, Pontedera, Portoferraio, Prato, Siena e Viareggio, per celebrare questa festa dedicata alle professioni di tutti gli ambiti della ricerca. Per i bambini in particolare sono stati progettati speciali appuntamenti, anche con il coinvolgimento delle scuole.

In contemporanea con oltre 300 città di 24 paesi d'Europa, Bright 2016, la declinazione "in toscano" della Notte dei Ricercatori, è il frutto della collaborazione tra tutte le università e gli enti della ricerca del territorio regionale, ed è inquadrato in un progetto finanziato dal programma di ricerca e innovazione dell'Unione Europea Horizon 2020.

Per conoscere i programmi e farsi coinvolgere nella grande festa si possono seguire tutti gli aggiornamenti e le anticipazioni sull'edizione 2016 su Twitter (@brightoscana) e Facebook (www.facebook.com/brightoscana). Hashtag  #bright16  #brightoscana. I programmi dettagliati delle singole città sono sul sito web http://www.bright-toscana.it/.

CONDIVIDI